Carmen consoli ama se stessa. Mica è l'unica poi...

Che Carmen Consoli ami provocare non è una novità, le sue provocazioni comunque non sono mai fini a se stesse e dettate dalla voglia di apparire, direi che semplicemente è una che ci mette la faccia per dire le cose che pensa e se qualcuno si scandalizza è perchè ancora infrigidito da remore bigotte che condizionano un certo modo di pensare che guarda più all'apparenza che alla sostanza, un po' come dire la prostituzione è un reato ma poi vota Berlusconi.
Va beh, veniamo a Carmen Consoli che è meglio...

Nell'intervista che ha recentemente rilasciato per "A" dichiara di essere single ma disponibile a innamorarsi, senza preclusioni di sesso, e questa mi sembra una bella dichiarazione d'amore all'amore stesso, del resto quando ci si innamora... succede, e l'apertura mentale è la prima strada per poter aprire il cuore. Quante etichette si danno all'amore? troppe, meglio spogliarlo da tutte le convenzioni e accettarlo come un dono incondizionato pronti ad accogliere se e quando vorrà graziarci con la sua presenza, e che poi indossi i panni di un uomo o di una donna è irrilevante... Una dichiarazione coraggiosa fatta da una donna che non si nasconde dietro al perbenismo delle convenzioni. Mi piace!
E continua, parlando del suo rapporto con se stessa. Il fatto di non vivere una vita di coppia non la costringe a monacale castità, l'autoerotismo è molto gratificante e soddisfa pienamente le esigenze sessuali della sua vita.
E brava Carmen, finalmente una che dice le cose come stanno, se per molti secoli la masturbazione maschile è stata condannata dalla società contribuendo a creare schiere di uomini repressi, che si sappia che anche le donne si masturbano e possono farlo senza sentirsi in colpa e senza temere di diventare cieche! E già perchè della masturbazione femminile non si parla mai, alle ragazze si propinavano i sermoni sulla verginità, sul matrimonio finalizzato alla figliazione e ci sono paesi in cui ancora oggi si stendono con orgoglio le lenzuola di rosso tinte   per dimostrare che la sposa era vergine e pura... figuriamoci immaginarsi che la donna possa anche provare piacere sessuale! Troppo azzardato, del resto un discorso simile mette  in discussione la virilità maschile,  l'approccio egoistico del sesso che ancora prevarica in tante generazioni di viagra-dipendenti (maschietti cari, il primo organo sessuale è il cervello, non il pisello...) e per quanto sia un'ovvietà il fatto che la donna provi piacere e possa farlo con un uomo (o una donna) o da sola, l'argomento ha ancora l'odore del tabù. Insomma, altra dichiarazione ovvia, semplice, ma dovuta.

6 commenti:

  1. Quando vivevo a Bologna Carmen Consoli era spesso in piazza Maggiore a cantare. L'ho sempre ammirata per la sua versatilità. E posso pure dire, da donna sessualmente sana e senza alcun tabù, che i vibratori spesso sono meglio degli uomini.

    RispondiElimina
  2. Carmen Consoli ha scoperto l'acqua calda, ma se ne parla sempre troppo poco.... ma comunque diventa cieca! ahahahahahah

    RispondiElimina
  3. Come sei di buon umore Claudia, divertita ieri sera?

    RispondiElimina
  4. Ho aperto un nuovo blog di cinema dove ognuno può collaborare scrivendo "recensioni", passa se ti va: http://onewordaboutcinema.blogspot.com/

    A presto!

    RispondiElimina